Rischio cancerogeno nelle lavorazioni del legno


Le polveri di alcuni tipi di legno (legni duri) rappresentano un fattore di rischio certo per un peculiare tipo di tumore.

Il Decr. Leg.vo 25 febbraio 2000, n. 66 regola, tra le altre cose, la gestione dell'esposizione a polveri di legno duro.

La polvere di legno può avere una azione irritante per le prime vie aeree e sensibilizzante (rendere allergici). Le polveri di legno duro invece hanno una dimostrata azione cancerogena per i seni paranasali.

Che cosa si intende per legno duro? Una serie di legni che comprende pioppo, betulla, ciliegio, salice, ecc. (vedi il secondo link sotto riportato: elenco completo); insomma tutti i legni più comuni.

Questo fa sì che le attività di falegnameria siano da considerarsi a rischio per i tumori dei seni paranasali.

Che cosa sono i seni paranasali?

Sono delle cavità aeree, ricoperte da mucosa, alloggiate attorno al naso all'interno della scatola cranica (quelle che, per intendersi, si infiammano quando viene la sinusite).

Ricordo che anche i pannelli di compensato/truciolare contengono una serie di legni misti tra cui sicuramente "legni duri".

Non è possibile risalire alla reale composizione dei pannelli in quanto vengono utilizzati legni di scarto delle lavorazioni e quindi cambiano da fornitore a fornitore e anche da lotto a lotto. Tuttavia contengono sicuramente almeno una percentuale di legni duri.

La normativa prevede una serie di obblighi tra cui la misurazione della polverosità ambientale che non deve superare 5 mg/m3, la sorveglianza sanitaria, l'istituzione di un registro degli esposti che deve essere spedito ad Asl e Ispesl, la trasmissione all'Ispesl della cartella sanitaria e di rischio alle dimissioni del dipendente, ecc.

Anche con livelli inferiori al massimo consentito il rischio "cancerogeno" è presente in quanto per quanto riguarda questo tipo di rischio sono sufficienti anche basse esposizioni che, in un soggetto predisposto, possono, negli anni, generare un tumore.

Indispensabile inoltre l'utilizzo corretto dei D.P.I., il perfetto funzionamento dell'aspirazione delle macchine, l'igiene degli ambienti e delle macchine.

Torna a Medicina del lavoro Dott. Cristiano Ravalli Medico Chirurgo - Odontoiatra - Specialista in Medicina del Lavoro

Esperto del Ministero della Salute per il Programma E.C.M.

Consulente Tecnico del Tribunale di Milano n. 9847

Piazza Gerusalemme, 4 - 20154 - Milano

Tel./Fax 02/3452021 -

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 31/8/2006

Pubblicità

Argomenti Correlati

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582