Diagnosi e cura del linfedema in pazienti con tumore al seno


Linfedema donne operate al seno

Definizione

Il linfedema è una condizione debilitante, cronica e progressiva, considerata una delle più dolorose conseguenze del trattamento del cancro al seno. Il linfedema cronico e non trattato ha effetti negativi sulla qualità della vita tra cui la menomazione della libertà di movimento, diminuzione della forza, limitazioni funzionali e distorsioni del corpo.

L'incidenza complessiva di linfedema legato al tumore del seno varia dal 15% al 45% con un range dal 33% al 47% dopo la dissezione dei linfonodi ascellari (ALND) con radiazioni e tra 4% e 17% dopo la biopsia (SLBN) con radiazioni (Fu, Ridner e Armer, 2009; StoutGergich et al, 2008) del linfonodo sentinella.

ALND comporta la rimozione dei linfonodi ascellari e SLNB comporta la rimozione del primo linfonodo o nodi in cui le cellule tumorali hanno più probabilità di diffondersi. La variabilità nelle gamme di incidenza è il risultato di una mancanza di valutazione coerente e criteri diagnostici, che provocano una definizione poco chiara e una prevalenza di linfedemi clinicamente significanti (McLaughlin et al., 2008; Ryan et al., 2012; Torres Lacomba et al., 2010). Esiste una necessità di criteri standard per la diagnosi, la valutazione e il trattamento del linfedema in pazienti con tumore al seno.

L'identificazione dei fattori di rischio del paziente è fondamentale per ridurre al minimo il rischio di linfedema precoce con progressione verso lo stadio avanzato (Stout et al., 2012).
La prevenzione secondaria, la diagnosi precoce, il rinvio, l'inizio tempestivo del trattamento per il controllo della progressione della malattia e un modello di sorveglianza delle cure rispetto al modello attuale di riabilitazione basato sulla compromissione, permette l'identificazione precoce delle menomazioni e pronto intervento. (Stout et al., 2012)

Prevenzione del Linfedema

Gli infermieri di oncologia devono essere informati dei potenziali fattori di rischio di sviluppo del linfedema, identificare i pazienti a rischio, fornire istruzioni e creare riferimenti puntuali a seconda dei casi (International Consensus, 2006). La diagnosi precoce e l'intervento sono fondamentali per ottimizzare i risultati del paziente.

Protocolli di intervento precoce (ad esempio indumenti di compressione come gestione iniziale e a lungo termine) hanno dimostrato di ridurre il linfedema in pazienti ad alto rischio, ridurre il volume dell'arto colpito e prevenire la progressione del linfedema in forma avanzata per un anno dopo l'intervento. (International Consensus, 2006; StoutGergich et al., 2008)

Sintomi e diagnosi

Ruolo degli infermieri oncologici nella valutazione

L'identificazione precoce e la diagnosi del linfedema sono fondamentali per prevenire conseguenze a lungo termine, tra cu parestesia, diminuzione delle possibilità di movimento, perdita di forza, deformazione, disagio fisico, infezioni ricorrenti e ferite che non si cicatrizzano (McLaughlin et al., 2008; NLN, 2011; Papadopoulou et al., 2012; StoutGergich et al., 2008; Torres Lacomba et al., 2010).

L'identificazione precoce è difficile perché i segni osservabili del linfedema sono generalmente assenti nelle prime fasi, gli infermieri di oncologia devono eseguire valutazioni approfondite della pelle per controllarne secchezza, pigmentazione, fragilità, rossore o pallore, cianosi, calore o freddo, dermatiti, cellulite, infezioni, cicatrici, ipercheratosi, ferite, ulcere e pieghe profonde. (International Consensus, 2006; Papadopoulou et al., 2012; Ryan et al.,2012).

Misurazioni e valutazione dei sintomi sono necessari per determinare clinicamente il linfedema (McLaughlin et al., 2008). La discordanza di solito si verifica tra le misure soggettive e oggettive del linfedema, perché i pazienti notano raramente le variazioni minime di volume dell'arto (McLaughlin et al., 2008). Per consentire l'individuazione precoce del linfedema un approccio globale strutturato e la valutazione in corso effettuata dagli stessi infermieri sono fondamentali (International Consensus 2006;. Torres Lacomba et al, 2010). La valutazione operatoria iniziale può prevenire gli errori nella diagnosi di linfedema perché permette per la documentazione di linfedemi pre-esistenti, una normale variazione inter-limb. (Stout et al., 2012).

Gli infermieri di oncologia devono essere consapevoli dei potenziali fattori di rischio per lo sviluppo del linfedema, identificare i pazienti a rischio, fornire informazioni e creare riferimenti a seconda dei casi (International Consensus, 2006). La diagnosi precoce e l'intervento sono fondamentali per ottimizzare i risultati del paziente. Protocolli di intervento iniziali hanno dimostrato di prevenire il linfedema in pazienti ad alto rischio, ridurre il volume dell'arto colpito e prevenire la progressione a linfedema più avanzato (International Consensus, 2006; StoutGergich et al., 2008).

IN ARGOMENTO:

La prevenzione dei tumori

Cisti al seno

Fibroadenoma al seno: cos'è, cause e cure

16 maggio 2015

Pubblicità

Argomenti Correlati

Forum Ginecologia

Metodi contraccettivi

Consultori familiari

Elenco completo dei consultori familiari in Italia suddivisi per regione

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Cerca il Consultorio più vicino a te!

Orari e servizi offerti