Lavorare al videoterminale (computer): Disturbi osteoarticolari

L'attività a computer spesso determina sindromi dolorose alla struttura osteomuscolare della parte alta del corpo, dovuta a posture incongrue o scelta di arredi inadeguati

Le problematiche di salute legate all'attività comportante utilizzo di computer (unità video) interessano principalmente 3 apparati: quello oculo-visivo, osteoarticolare e psico-sociali. In questa seconda parte analizziamo quelle osteo-articolari.

Per quello che riguarda l'attività a videoterminale e apparato osteoarticolare appare subito chiaro che i distretti maggiormente interessati sono quello della colonna vertebrale cervicale e le articolazioni del tratto superiore (spalle, gomiti, polsi, mani).

Le sindrome dolorose antalgiche possono essere determinate da posizioni di lavoro incongrue determinate da inadeguatezza degli arredi o da posizioni costrette prolungate.

Tra le tante sindromi dolorose o semplicemente fastidiose la più comune è la cervicalgia muscolare in cui alla base non ci sono alterazioni anatomiche della colonna vertebrale ma più semplicemente una contrattura costante della muscolatura paravertebrale dovuta a scarso movimento e posizioni inadeguate prolungate durante il lavoro.

Non è quindi tanto il computer la causa di questo tipo di disturbi quanto piuttosto l'ambiente circostante (arredi) ed il tempo trascorso al pc.

E' obbligatoriamente sottoposto a sorveglianza sanitaria (visite mediche) chi utilizza il computer per almeno 20 ore settimanali. Obbligatoria anche la formazione dei lavoratori.

L'art 52 del Decr. Leg.vo 626/94 prevede che, oltre all'esame della funzione visiva, il medico competente valuti i "problemi legati alla postura".

La prevenzione ed il trattamento di questo tipo di disturbi suggeriscono semplicemente l'attività fisica: stretching, ginnastica,fisiocinesiterapia per mobilizzare i distretti colpiti. Occorre però essere certi di poter escludere altre cause.

Il manuale Inail

Problematiche oculo-visive (parte prima)

L'attività a computer può detreminare affaticamento oculo-visivo i cui principali fattori di rischio sono la inadeguata correzione delle lenti, le condizioni microclimatiche e di illuminazione sfavorevoli e tempi prolungati di utilizzo

Problematiche psico-sociali (parte terza)

Esistono fattori lavorativi di stress che si interscambiano con fattori individuali di personalità: la genesi dello stress

Infortuni sul lavoro e malattie professionali - INAIL

Torna a Medicina del lavoro 

Dott. Cristiano Ravalli Medico Chirurgo - Odontoiatra - Specialista in Medicina del Lavoro Esperto del Ministero della Salute per il Programma E.C.M. Consulente Tecnico del Tribunale di Milano n. 9847 Piazza Gerusalemme, 4 - 20154 - Milano Tel./Fax 02/3452021 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina aggiornata il 30/8/2006

5xmille

FAI UNA DONAZIONE

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio ginecologico

Richieste urgenti tel. 366/3540689 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 16,00 alle 19,00 ed il sabato dalle 9,30 alle 12,30.

Aiuto telefonico

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 366/3540689.

Aiuto via email

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Se sei minorenne chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 366/3540689

Dove trovare la ricetta

Tutti i servizi sono gratuiti (è possibile lasciare un contributo solo se lo si desidera, non verrà richiesto)