Gravidanza e malattie genetiche


Il colloquio con il medico di fiducia serve per capire se vi sia un rischio di ereditarietà, cioè se nella storia delle famiglie dei due genitori o nel loro stato di salute siano presenti elementi che potrebbe aumentare i rischi di avere un bambino con qualche difetto di sviluppo.

Gravidanza, malattie genetiche

Questa ricerca talvolta preoccupa la coppia, e può portare qualcuno a evitare questa indagine per «non sapere». È importante ricordare che «sapere» della esistenza di un possibile problema aiuta a non essere colti di sorpresa e a individuare misure preventive, mentre «non sapere» non è mai servito a far scomparire il problema.

Per valutare il rischio di una malattia genetica del futuro bambino il medico indagherà su:

Rischi di malattie genetiche in generale

Il medico cercherà di sapere se nei familiari, nella coppia o in eventuali precedenti figli sono presenti o si sono verificate malattie genetiche di qualche tipo.

E' opportuno essere preparati a queste domande - portando cartelle cliniche o relazioni mediche, per fornire al medico informazioni sicure - e rispondere con la massima sincerità e precisione alle sue domande.

Rischio di talassemia (o anemia mediterranea)

A partire dalla storia e dallo stato di salute della coppia e delle famiglie di origine, il medico valuterà se prescrivere un esame del sangue per la diagnosi di portatore sano di una malattia chiamata talassemia o anemia mediterranea.

Un portatore sano di questa malattia non ha alcun disturbo e la sua vita è normale. Anche i suoi figli non corrono rischi, se l'altro genitore non è a sua volta portatore.

I rischi sono invece presenti se entrambi i genitori sono portatori: per questo è indispensabile che entrambi i genitori si sottopongano all'esame.

Rischio di sindrome di Down

Il medico, sulla base dell'età della madre, può valutare la probabilità di nascita di un bambino con sindrome di Down.

Questa probabilità può essere valutata con più precisione, a seconda dell'epoca della gravidanza, con esami diversi del sangue materno o ecografici. I risultati di questo test possono poi portare a decidere se è necessario eseguire anche una amniocentesi (prelievo di liquido amniotico dall'utero materno).

Questa decisione deve essere presa con attenzione e responsabilità, perché l'esecuzione di questo esame può, in un piccolo numero di casi, favorire un aborto spontaneo.

Per valutare se conviene correre questo rischio è importante capire, insieme al medico specialista, se nel proprio caso specifico l'esecuzione dell'esame presenta più benefici che rischi.

Rischi di aborto spontaneo

Alle coppie che hanno già avuto due o tre aborti spontanei, il medico prescriverà un esame dei cromosomi (cariotipo) per identificare eventuali anomalie che possono causare sia un aborto spontaneo che difetti di sviluppo nel bambino.

Piccolo dizionario

Anticorpi: molecole che appaiono nel sangue dopo che il nostro organismo è venuto a contatto con qualcosa che ha riconosciuto come estraneo

Embrione: il prodotto del concepimento fino a otto settimane di vita intrauterina

Eredità: trasmissione di alcuni caratteri biologici dai genitori ai figli, attraverso le generazioni
Feto
: il prodotto del concepimento dall'inizio della nona settimana di vita intrauterina alla nascita
Genetico
: che riguarda l'origine, la formazione, la riproduzione e l'eredità biologica
Microgrammo:
un milionesimo di grammo

salute gravidanza


Gravidanza
Salute in gravidanzaHo deciso di avere un figlio > Per un figlio sano e senza difetti > A chi chiedere consiglio > Le malattie genetiche > Malattie infettiveFarmaci in gravidanzaPer una gravidanza più sicuraMalformazioni, come ridurre il rischioI difetti del tubo neurale L'acido folico prima della gravidanza!Come aumentare l'assunzione di acido folicoAcido folico e controindicazioni

Agenda di gravidanza online

Visita la nuova sezione dedicata all'allattamento

Pagina aggiornata il 10/6/2007

Pubblicità

Argomenti Correlati

Gravidanza

Sei incinta? Ecco cosa fare. Quali esami in gravidanza e quando, la diagnosi prenatale, le malattie in gravidanza, il parto naturale, l'epidurale e il cesareo. La guida di Vita di Donna, dagli stili di vita all'alimentazione in gravidanza.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com