Allattamento al seno: suggerimenti pratici per allattare


Allattare al seno: Come fare? Ecco alcuni suggerimenti pratici per la mamma - pag. 2 Tutte le informazioni riportate si riferiscono a bambini sani e nati a termine.

IL BAMBINO NON CRESCE ABBASTANZA

Se ci sono dei dubbi sulla crescita del bambino la risposta migliore è senz'altro quella di migliorare l'attaccamento al seno e la quantità delle poppate.

Dare un'aggiunta di latte artificiale dovrebbe essere l'ultima delle risorse a meno che la situazione non sia tale da richiedere un intervento immediato.

Per aumentare la quantità di latte è necessario aumentare la quantità delle poppate (PIU' SI SVUOTA IL SENO PIU' LATTE SI PRODUCE) svegliando il bambino se necessario.

In caso di un bambino particolarmente "pigro" si può anche stimolare il seno con un tiralatte usandolo ogni 2 ore circa finchè non ci sia un miglioramento.

Un altro problema potrebbe essere un attaccamento inadeguato al seno, se il bambino non prende abbastanza bene il seno lo stimola poco e probabilmente provocherà problemi e dolore alla madre. Se avete dolore forte durante la poppata bisogna ricontrollare il modo in cui il bambino si attacca al seno.


DOPPIA PESATA

Fare la pesata prima e dopo il pasto del bambino non è raccomandabile (a meno di situazioni particolari) in quanto genera spesso ansia e timori ingiustificati sull'andamento dell'allattamento. Non è la quantità di latte a essere ingerita dal bambino ad essere importante, ma la sua crescita di peso.

Per sapere che va tutto bene e che il bambino sta prendendo la quantità di latte giusta per lui/lei si possono controllare la crescita di peso e le emissioni di feci e urina.

PIANTO

Spesso viene detto alle neo-mamme che se il bambino piange dopo la poppata bisogna dargli un'aggiunta di qualche tipo perché vuol dire che è affamato. Nella maggior parte dei casi non è affatto così: i bambini piangono per moltissime ragioni.

Se la crescita è buona il fatto che il bambino sia spesso irrequieto non significa che non stia mangiando abbastanza, probabilmente ha altri motivi di stress. Se non cresce bene e piange molto può essere necessario rivedere e migliorare la qualità e quantità dell'allattamento.

IGIENE DEL SENO

Non è necessario pulire il seno in modo speciale, basta un po' di acqua nella normale igiene quotidiana. Soprattutto non è necessario pulire il seno prima e dopo le poppate. Sarebbe bene evitare il sapone perché secca la pelle del capezzolo.

L'ideale sarebbe che la pelle del capezzolo fosse sempre morbida e asciutta. Quindi fa bene tenere il seno all'aria ed eventualmente usare un po' di olio di mandorle per ungere una pelle troppo secca.

ALIMENTAZIONE DELLA MADRE

La dieta ideale per una donna che allatta sarebbe quella sana che dovrebbe avere in ogni momento della sua vita. Detto questo non è necessario che ci siano restrizioni alimentari a meno di casi particolari di intolleranza da parte della madre e del bambino.

Si può e si deve mangiare di tutto, al limite può essere necessario fare attenzione a moderare caffè, the, coca cola, cioccolata, perché contengono degli eccitanti che possono passare al bambino (nessuno ci tiene a passare una notte in bianco!)

FUMO

Sarebbe bene che una donna fumatrice abbia smesso di fumare già in gravidanza. Detto questo per il figlio di una fumatrice è meglio essere allattato al seno piuttosto che non.

SVEZZAMENTO E DURATA ALLATTAMENTO

Non vi è una durata prestabilita per l'allattamento materno, anche un solo giorno di allattamento è importante per il neonato.

Sarebbe bene che il bambino venisse allattato esclusivamente al seno almeno per i primi sei mesi di vita, come raccomandato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, per poi continuare finchè madre e figlio lo gradiscono.

Verso i sei mesi d'età in genere i bambini sono pronti per accettare qualcosa di diverso dal latte materno ed hanno bisogno di integrare la loro dieta. Ci sono bambini che incominciano lo svezzamento prima ed altri che a otto, nove mesi ancora non sono pronti. Se il bambino continua a crescere bene ed è in buona salute non ci sono motivi di preoccupazione anche se prende poco cibo.

Non è necessario né raccomandabile svezzare il bambino prima di un anno d'età, si tratta piuttosto di integrare il latte materno che, da solo, non è più sufficiente. Questo non significa che il latte materno perda il suo valore nutritivo e di conforto per il bambino.

Se lasciato fare ogni bambino sceglie il momento in cui staccarsi completamente dal seno, questo può succedere ad un anno, a due o più in là. Anche la madre può decidere che è giunto il momento di smettere e "trattare" con il bambino su questo punto.

PROBLEMI AL SENO

Il primo periodo di allattamento è quello più delicato ed è più facile che possano sorgere dei problemi e dei fastidi al seno.

I primi giorni il capezzolo può fare abbastanza male perché non è abituato ad una suzione così forte. Il dolore, se c'è dovrebbe scomparire dopo qualche giorno, se continua ed è forte o se ci sono dei segni sul capezzolo è necessario ricontrollare il modo in cui il bambino si attacca al seno.

Quando arriva la montata lattea, in genere tra il 2° e il 5° giorno (ma in alcuni casi anche più tardi) il seno può diventare molto duro e dolente. Può esserci un rialzo febbrile, che non ha significato patologico. L'importante è che si continui ad attaccare spesso il bambino, e dove non fosse possibile a tirare il latte a mano o con un tiralatte.

Quando il seno è così gonfio e duro che fa male al solo sfiorarlo e si ha difficoltà a spremere il latte si può parlare di ingorgo. Per risolvere un ingorgo può essere utile applicare dei panni bagnati e caldi sul seno e massaggiarlo prima di provare a tirare il latte.

La miglior prevenzione dell'ingorgo, nonché la sua cura, consiste nell'attaccare spesso il bambino al seno.

Se il seno appare duro, arrossato e la febbre sale sopra i 38,5 C° si può parlare di mastite. La mastite si può curare con l'omeopatia o con antibiotici, l'importante è non smettere di allattare. Se avete problemi al seno telefonate pure al nostro cellulare 333 9856046

FARMACI

Molti farmaci sono compatibili con l'allattamento, anche se quasi tutti passano nel latte in minima quantità.

Se dovete prendere un farmaco rivolgetevi al Centro regionale di informazione sui farmaci in allattamento e in età pediatrica dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano, tel. 02.39005070, attivo da lunedì a venerdì, ore 9.30-15.00. per aver conferma della sua tollerabilità in allattamento, oppure parlatene con il vostro medico.

Se avete problemi o dubbi sull'allattamento chiamate il cellulare 333 9856046 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. a cura di Ivana Arena

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per scoprire i vantaggi dell'allattare al seno clicca qui Allattamento al seno: vantaggi p 947torna a pagina 1


Pagina aggiornata il 7/11/2009

Pubblicità

Argomenti Correlati

Allattamento

Allattamento al seno e artificiale. Una guida utile per la mamma. Quando attaccarlo al seno, consigli per iniziare bene. Dal numero delle poppate, all'accrescimento del bambino, la dieta della mamma che allatta, i farmaci, i permessi per l'allattamento.

I Servizi di Vita di Donna

Ambulatorio delle ostetriche

Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni, festivi compresi. Siamo inoltre in sede ogni martedì dalle 17,00 alle 19,00.

Aiuto telefonico gratuito

Rispondiamo a qualunque domanda sulla salute della donna, tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00 (festivi compresi). TEL. 333/9856046.

Aiuto via email gratuito

Scrivici per una consulenza sulla salute, rispondiamo entro 24 ore.

SoS Pillola del giorno dopo

Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia, ai consultori, al pronto soccorso o alla guardia medica. Chiamaci se hai avuto problemi ad avere la ricetta e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Servizio gratuito attivo tutti i giorni svolto dalle volontarie di Vita di Donna

Dove trovare la ricetta

5x1000 a Vita di Donna
Sostieni il tuo diritto alla salute
97254880582

La gravidanza

Sei incinta o vuoi avere un bambino? Visita la nostra guida alla gravidanza

Primi sintomi della gravidanza, sono incinta?

Periodo fertile, come calcolare l'ovulazione

Hpv Papilloma virus

Tutto quello che è necessario sapere

Anoressia

Il disturbo, la diagnosi, la prevenzione e la cura

Alimentazione, diete e salute

Obesità e sovrappeso, diete, alimentazione della donna in gravidanza e in menopausa, il cibo

Allattamento al seno

Sei hai problemi ti aiuta Gabriella Pacini Consulente internazionale per l'allattamento al seno (IBCLC) Tel. 3339856046 oppure scrivi gabriella.pacini@gmail.com